Un’avventura su due ruote

Un’avventura su due ruote

Consigli utili per una vacanza in moto in Alto Adige

Strade di montagna costellate di curve, avvincenti passi alpini, paesaggi mozzafiato in ogni stagione e più di 300 giorni di sole all’anno. È grazie a queste caratteristiche che ormai da diversi anni l’Alto Adige attira molti appassionati di moto da tutto il mondo e continua a confermarsi la meta ideale per una vacanza su due ruote.

Ma quali sono i più bei giri da percorrere in moto nella regione? E ci sono alcune dritte segrete per biker che non sono riportate nelle guide turistiche?

Per rispondere a queste e ad altre domande sul mondo delle due ruote in Alto Adige, abbiamo intervistato una coppia di appassionati motociclisti del posto, Nicole e Manuel:

 

Ciao Manuel, presentatevi un po’: da dove venite e come è nata la vostra passione per la moto?

Veniamo da Merano, ci siamo conosciuti a scuola – in una città così piccola si conoscono praticamente tutti -, ma tra le cose che ci hanno veramente uniti e che hanno cementato le basi del nostro rapporto (oggi siamo sposati!) c’è stata la moto… Per noi è una vera e propria passione, una filosofia di vita! Forse perché entrambi abbiamo i genitori che in giovane età sono stati motociclisti e sin dall’infanzia ci hanno trasmesso il loro stesso entusiasmo per il mondo delle due ruote. Io ho comprato la mia prima moto già a 16 anni: un 125cc. Poi, una  volta compiuti i 18, sono passato a cilindrate maggiori. Nicole invece si è avvicinata a questo mondo come passeggero, poi ha deciso di prendere la patente, anche se, dopo avermi conosciuto, è rimasta una “Zavorrina”.

 

Perché l’Alto Adige secondo voi è la meta ideale per andare in moto?

Siamo nati e cresciuti qui e, pur avendo girato in moto l’Italia e parte dell’Europa, ci siamo accorti che alla fin fine le strade migliori le abbiamo proprio dietro casa nostra. Una bella fortuna! Non per niente ogni estate arrivano in Alto Adige molti gruppi di motociclisti, soprattutto da Germania e Austria, per percorrere i passi di montagna della regione. L’Alto Adige è la meta ideale da esplorare in sella a una moto perché offre un’ampia varietà di itinerari diversi tra loro, sia a livello di panorama che per quanto riguarda la tipologia di strada: un giorno puoi fare una gita al lago di Caldaro lungo la Strada del Vino e il giorno dopo puoi percorrere un sacco di tornanti e stare al fresco durante il giro dei 4 passi dolomitici, fino a sconfinare in Trentino. Il bello è che, a seconda della stagione, si può decidere se stare più in quota e ammirare le Dolomiti illuminate dalla luce estiva o lasciarsi incantare dai vigneti suggestivi della regione in autunno e in primavera.

Vacanza in moto in Alto Adige - Le tre cime dolomitiche

 

Quali passi dell’Alto Adige consigliate assolutamente di percorrere in moto e perché?

In realtà i passi in Alto Adige ve li consigliamo tutti! Dai grandi classici, come il Passo dello Stelvio e il Passo Giovo, dai quali si può godere di un panorama davvero spettacolare, a passi meno conosciuti come il Passo Pennes, che collega la Val Sarentino con l’Alta Valle Isarco. Lungo il percorso potrete visitare anche città pittoresche come Bolzano, Merano e Vipiteno. Sicuramente una giornata vi consigliamo di dedicarla anche al Passo Sella e al Passo Gardena, dai quali potrete raggiungere altri splendidi passi al confine con Trentino e Veneto. Se decidete di passare per la Val d’Ega, non dimenticate di fermarvi ad ammirare il lago di Carezza, noto anche come “lago dell’arcobaleno” per i suoi splendidi colori.

Vacanza in moto in Alto Adige - Passo dello Stelvio

 

Quali sono i giri più belli da percorrere in moto in Alto Adige?

Uno dei nostri tour in moto preferiti parte proprio dalla nostra città, Merano, e dura poco più di un’ora: raggiungete Caldaro e salite al Passo della Mendola, arrivate a Fondo in Val di Non e da lì rientrate a Merano scendendo per il Passo delle Palade o, in alternativa, per la Val d’Ultimo. Un altro bel giro in moto parte da Bolzano e vi porta a Terlano, da dove potete percorrere l’Altopiano del Salto tra Meltina e San Genesio. Imperdibile, inoltre, la salita verso Renon, passando per Collalbo e scendendo infine verso Ponte Gardena.

 

Alcune dritte “segrete“ per i turisti?

Evitate la superstrada che collega Bolzano e Merano (MeBo) e restate sulla vecchia statale. Oppure percorrete in moto la Strada del Vino da Bolzano a Trento. A volte le strade migliori non sono segnalate, come ad esempio la tratta tra Caldaro e Terlano che passa per San Paolo: un percorso costellato di curve e dislivelli, immerso tra i vigneti suggestivi della zona.

Vacanza in moto in Alto Adige

 

Quali sono i vantaggi di una vacanza in moto in autunno? Ci sono altre stagioni consigliabili per praticare lo sport su due ruote?

Nelle ultime giornate di caldo autunnale è ancora possibile percorrere avvincenti curve in salita senza patire il freddo. Inoltre, in questo periodo dell’anno, l’asfalto mantiene ancora una buona aderenza anche ad alte quote e ciò permette di ammirare i mille colori della vegetazione boschiva a differenti altitudini.

Escludendo l’inverno per ovvie ragioni, oltre all’autunno, il periodo migliore per andare in moto in Alto Adige è sicuramente la primavera, che permette ai biker di spaziare con gli itinerari. In estate ci si può rifugiare al fresco in cima ai passi o andare alla piacevole scoperta dei rinfrescanti laghi balneabili della regione.

 

Qualche altro consiglio da dare a chi desidera trascorrere una vacanza in moto in Alto Adige?

Certo! A seconda della meta e della stagione in cui fate i vostri tour in moto, fate sempre attenzione ad avere l’abbigliamento adatto. Se ad esempio decidete di recarvi in cima ai passi, dovrete munirvi di un abbigliamento più pesante ed eventualmente di una protezione antipioggia per ripararvi dai temporali estivi. Tenete sempre un piccolo kit di attrezzi sotto al sellino, qualora dovesse verificarsi qualche imprevisto lungo la strada.

Un’altra regola importante da tenere sempre a mente: nonostante l’entusiasmo e l’adrenalina del momento, un bravo motociclista non deve mai dimenticare la prudenza. Divertirsi va benissimo, ma non bisogna mettere in pericolo gli altri, soprattutto percorrendo strade sconosciute. Dietro ad ogni curva, infatti, potreste imbattervi in un gruppo di ciclisti o in un gregge di pecore, come è successo a noi… 😮

Vacanza in moto in Alto Adige

 

Siete pronti a partire in moto alla scoperta dell’Alto Adige?  Allora non ci resta che augurarvi buon divertimento! 🙂

Vacanza in moto in Alto Adige

 

Natura, escursioni, tradizione, eventi e gastronomia – l’Alto Adige per noi non ha segreti! Siamo felici di darvi consigli e dritte utili e di presentarvi le facce più belle della nostra regione. Viaggiate con noi attraverso l’Alto Adige e imparate a conoscerne i posti e le persone...

La tua vacanza