Una giornata al museo!

Itinerari di arte e scienza a Bolzano, per tutta la famiglia

Non solo specialità enogastronomiche ed escursioni in alta quota! Sono numerosi i musei presenti nel capoluogo altoatesino che hanno il compito di custodire i segreti e il patrimonio culturale della nostra Provincia: oltre al famoso Ötzi, diventato simbolo dell’Alto Adige, Bolzano elogia anche la natura, le tradizioni e costumi locali, l’arte moderna e contemporanea. Per scoprire le bellezze e le curiosità che vi si nascondono ho stilato una lista con i principali musei di Bolzano da visitare in una tiepida giornata estiva!
 

Museion - Un tuffo nell’arte moderna e contemporanea

In mezzo al verde dei Prati del Talvera a Bolzano, sorge il Museion, museo di arte contemporanea dall’architettura futuristica che strizza l’occhio ad un gioco di trasparenze e fluide linee architettoniche.

Il museo offre un programma artistico variegato e intrigante per tutti gli appassionati: non solo opere d’arte internazionali, che spesso vengono presentate in prima nazionale bensì anche proposte di artisti locali. Nel corso degli anni, il Museion si è affermato tra i più importanti musei di arte contemporanea in Italia e nell’arco alpino, offrendo opere e realizzazioni artistiche, progetti legati all’architettura, così come serate a base di film, performances e spettacoli! Una volta terminato il vostro tour, il mio consiglio è quello di recarsi al Bistrot Cafè che si trova al piano terra e concedersi lì una piacevole pausa pranzo. Il Cafè Museion è il mio ristorante preferito in assoluto in città: le specialità culinarie proposte dalla brigata in cucina sono fatte con prodotti freschi e di stagione e ogni settimana nel menù compaiono nuovi piatti!

 

Museo Archeologico dell’Alto Adige - Incontriamo Ötzi!

Il Museo Archeologico dell’Alto Adige è senza ombra di dubbio uno dei must da vedere durante un soggiorno a Bolzano, poiché è proprio qui che si trova di uno dei simboli della nostra regione: la mummia di Ötzi. Noto anche come l’uomo venuto dal ghiaccio, Ötzi è stato ritrovato nel 1991 da un gruppo di alpinisti sui ghiacciai della Val Senales: la sua mummia era perfettamente conservata e indossava ancora tutti i suoi indumenti ed equipaggiamento.

Un viaggio nella storia antica, quello che propone il Museo Archeologico dell’Alto Adige, dove la maggior parte della mostra permanente è dedicata proprio all’uomo del Similaun e alla sua storia. Il museo espone inoltre le curiosità storiche e spiega come era la vita al tempo dell’Età del Rame, fino ad arrivare ai più recenti risultati ottenuti grazie alla ricerca scientifica ed archeologica.

 

Museo di Scienze Naturali dell'Alto Adige - Alla scoperta delle Dolomiti

Conoscere tutte le sfaccettature dell’Alto Adige e scoprire l’infinito patrimonio naturale di questa regione così ricca di contrasti è possibile: basta fare una visita al Museo di Scienze Naturali! Il museo, inaugurato nel 1997, offre un interessante percorso storico, culturale e scientifico della regione e spiega come è nato e come si è sviluppato il paesaggio altoatesino nel corso dei secoli, dai monti al fondovalle. Il Museo di Scienze Naturali dell'Alto Adige ripercorre passo per passo la storia delle meravigliose Dolomiti: un tour virtuale completo che, grazie alla tecnologia moderna, propone ricostruzioni e descrizioni approfondite che rendono impossibile non innamorarsi ancora di più di questa fantastica regione. Insieme alla mostra permanente, dove è presente un incantevole acquario marino con una vera barriera corallina, sono numerose le mostre temporanee e le attività didattiche offerte, tra cui spicca l’iniziativa “Una Notte Al Museo”, dedicata ai più piccini. I bambini potranno trascorrere una notte indimenticabile all’insegna di aneddoti e curiosità sugli animali e sui minerali, svolgere laboratori didattici e dormire proprio accanto all’acquario marino. Un’ottima soluzione per i genitori che, nel frattempo, possono concedersi una cena romantica al lume di candela!

 

Messner Mountain Museum – Quando montagna e architettura vanno di pari passo

Il Messner Mountain Museum è un ambizioso progetto museale creato da Reinhold Messner, il più famoso alpinista altoatesino al mondo.

I sei musei sono dislocati in sei luoghi simbolo della montagna e ognuno di loro racconta storie legate al tema dell’alta quota, alle vette e a coloro che hanno vissuto in prima persona questi luoghi. Il museo MMM Firmian è il cuore pulsante, nonché prima sede realizzata, del complesso di Messner e si trova al sicuro tra le antiche mura di Castel Firmiano, la fortezza che domina dall’alto la città di Bolzano e da cui si può godere di una vista unica. Il percorso espositivo si snoda tra le torri, le sale e i cortili del castello: qui le opere, i cimeli e i reperti naturali raccontano il rapporto che unisce l'uomo alla montagna, l'origine delle catene montuose, la maestosità delle vette più famose e la storia dell'alpinismo.

 

Museo della Scuola - È ora dell’interrogazione!

Vi siete mai chiesti come era andare a scuola ai tempi dei nostri nonni e bisnonni? Il Museo della Scuola del Comune di Bolzano espone documenti e materiali storici della didattica ai tempi del 1800-1900. Questo museo offre ai visitatori la possibilità di viaggiare lungo i percorsi della memoria, in cui si intrecciano le esperienze personali delle persone vissute in quei tempi e la storia collettiva, attraverso antichi materiali didattici, fotografie, pagelle e documenti inestimabili che aiutano a ricostruire l’esperienza vissuta dalle tre culture altoatesine, così come le concezioni pedagogiche e le innovazioni metodologiche e didattiche che si sono susseguite nel corso degli anni.

 

Museo Civico - Per scoprire la storia di un popolo straordinario

Il Museo Civico di Bolzano apre con gioia le sue porte al pubblico e offre la possibilità di ammirare una parte delle sue affascinanti collezioni, dislocate in sei sale e nella torre.

Qui si trovano circa 200 reperti della civiltà locale che risalgono tra il VIII e il XX secolo, tra cui affreschi, statue, dipinti e oggetti che appartenevano alla vita quotidiana di un tempo, come ad esempio antiche stufe e costumi popolari.

Trentina d’origine e altoatesina d’adozione, si innamora ogni giorno del tramonto che timidamente tinge di rosa le Dolomiti. Amante della natura, intraprendente e dinamica ha un grande spirito avventuriero che la guida alla scoperta del mondo. Nella sua borsa troverete sempre una polaroid e molti (troppi) biglietti di concerti.

La tua vacanza