Un po’ di … “yoga sul prato”

Un po’ di … “yoga sul prato”

Mente e corpo in armonia con lo yoga sul Talvera

Chi non volesse lasciare il suo tappetino per lo yoga a impolverarsi sotto il letto, dovrebbe forse pensare ad una vacanza in Alto Adige. Una vasta offerta di corsi di yoga permette ad ogni appassionato di non abbandonarne la pratica neppure lontano da casa, in mezzo alle montagne, sui prati verdi che delimitano i letti dei fiumi della regione.

Estate è sinonimo di yoga in Alto Adige.
Una sessione di yoga sul parco lungo il fiume Talvera a Bolzano

Estate è sinonimo di yoga in Alto Adige: tutti i lunedì a Bolzano sui prati lungo Talvera, il fiume che delimita il centro della città, si stendono i tappetini e ci si mette comodi per portare mente, anima e corpo ad uno stato di totale rilassamento. Lo yoga non è una disciplina che mette dei limiti: i corsi sono aperti a tutti, esperti e non. Con una vista mozzafiato sulle montagne che circondano la città e nelle orecchie lo scroscio rilassante dell’acqua che scorre non c’è davvero più spazio per pensieri negativi e stress nella mente. Perché non mettere quindi in valigia anche il nostro tappetino, tra creme solari e scarponi? Ce lo spiega la bolzanina Sabine Stefani, insegnante di yoga a tempo pieno.

Sabine, quanto è importante, continuare a praticare lo yoga anche in vacanza?

Chi pratica regolarmente questa disciplina, non vorrebbe mai separarsene. Diventa parte del nostro quotidiano e ne abbiamo bisogno, un pò come dell’aria per respirare. La cosa bella dello yoga è che può essere praticato sempre e ovunque. Basta un piccolo ritaglio di tempo e spazio, per poter srotolare il proprio tappetino.

Pratichi anche tu yoga in vacanza, quindi?

Il tappetino per lo yoga lo porto sempre con me. Mi siedo e cerco di farmi ispirare dai luoghi che mi circondano. Che sia in spiaggia o alle pendici delle montagne non mi interessa; importante, per me, è trovare il contatto con la natura. Se mi trovo in città, prediligo invece la camera d’albergo per i miei esercizi tra un giro e l’altro.

Parlaci un po’ di più della pratica dello yoga qui in Alto Adige.

Lo yoga è una disciplina che in Alto Adige sta prendendo piede. Vengono formati sempre più insegnanti e l’offerta di corsi e lezioni diventa sempre più ricca e variegata. Così è più facile per le persone sempre più affascinate da questa pratica trovare un insegnante che rispecchi le loro aspettative ed il corso che meglio riesca ad intrecciarsi con gli impegni del loro quotidiano.

Quali sono le caratteristiche richieste per partecipare ad un’ora di yoga?

Basta avere voglia di provare qualcosa di nuovo. Perlopiù offriamo attività che sono adatte sia ai più esperti che ai principianti che si avvicinano per la prima volta a questa disciplina. L’importante è non chiedere mai al proprio corpo più di quanto questo sia in grado di darci: lo yoga, infatti, non ha nulla a che fare con prestazione e successo. Quello che a noi interessa maggiormente è riuscire a trovare una via per raggiungere l’equilibrio con il nostro corpo.

In estate avete pensato di organizzare qui a Bolzano questi appuntamenti di „Yoga sul prato“ lungo Talvera.  Cosa offre di diverso lo yoga praticato in mezzo alla natura?

Per chi è abituato al ritmo frenetico delle città affollate, un’ora di yoga in mezzo alla natura è una benedizione, una piccola oasi di benessere, nella quale ci si può liberare dei problemi e dello stress della giornata. Attraverso la pratica nella natura scopriamo le nostre radici che ci riportano indietro nel tempo, da dove siamo venuti.

Basta sedersi e farsi ispirare dai luoghi che ci circondano
Basta sedersi e farsi ispirare dai luoghi che ci circondano

Come viene strutturata esattamente un’ora di yoga all’aperto?

Non ci sono molte differenze da un’ora indoor: esercizi di respirazione, saluto del sole e diversi Asanas (esercizi con il corpo), per allungare e rinforzare la muscolatura. Gli esercizi hanno il solo ed unico scopo di liberare l’anima dai pensieri negativi, portando quindi al rilassamento dell’organismo e della mente.

L’Alto Adige è una location unica per cercare il proprio equilibrio interiore. Ci puoi suggerire qualche località particolarmente indicata?

Nel cuore delle Alpi sono molti gli insegnanti che offrono lezioni di yoga durante i mesi estivi. Se non ci si trova a Bolzano, anche i dintorni di Merano pullulano di buoni insegnanti. Un esempio è il Lido Tirolo, dove ogni giorno è possibile praticare con l’aiuto di veri professionisti.

E‘ preferibile fare yoga in gruppo, invece che da soli?

Di solito si comincia a praticare yoga in gruppo, seguiti da un’insegnante. E’ l’insegnante ad avviare ogni partecipante alla pratica, ma è il gruppo che sa coinvolgere. Arriva poi il momento in cui ogni praticante di yoga non ha più bisogno né di una guida né del gruppo. Praticare questa disciplina da soli richiede una grande dedizione. Bisogna trovare spazio e tempo e non sono rare le volte in cui basta una scusa per lasciarsi distrarre. Per questo motivo la pratica di gruppo è più semplice.

Cosa rappresenta lo yoga per te?

Lo yoga è la connessione con me stessa; mi permette di trovare il mio equilibrio e sentire il mio centro per continuare più serena e tranquilla sul cammino che la vita mi ha messo davanti.

 

„Yoga sul prato“ con Sabine Stefani

Giugno-agosto 2016

Lunedì: 19 – 20.15 

Prati del Talvera, dopo lo Skatepark.

E’ necessario portare tappetino e coperta.

In caso di pioggia la lezione si tiene nella sala 8 a Bolzano.

Per informazioni: sabine_stefani@hotmail.com

 

Lisa è una chiacchierona che solo un foglio bianco immacolato riesce a fare stare in silenzio. E‘ tutto tranne che pigra ed ama la frenesia della metropoli unita alla solitudine dei luoghi più selvaggi. Quando tutto diventa troppo caotico attorno a lei, le piace rifugiarsi nella pace delle sue montagne. Senza il suo taccuino, però, non osa scalare nessuna cima. Perchè, si sa, le idee migliori nascono a più di 2.000 metri d’altezza!

La tua vacanza