San Paolo di Appiano: Il borgo dei presepi

San Paolo di Appiano: Il borgo dei presepi

IN ALTO ADIGE C È L’ANTICA TRADIZIONE DI INTAGLIARE LE STATUETTE IN LEGNO. A SAN PAOLO, SULLA STRADA DEL VINO ALTOATESINA, VENGONO ESPOSTI OLTRE CENTO PRESEPI, MA LA VERA ATTRAZIONE È QUELLO VIVENTE.

C’è un paesino, sulla strada del vino in Alto Adige, dove il tempo sembra essersi fermato. Un paesino pittoresco, situato nel cuore di ampi vigneti e frutteti, sorvegliato dall’imponente campanile della chiesa parrocchiale. A San Paolo, frazione di Appiano, vige un’antichissima tradizione dal sapore spirituale che da vent’anni a questa parte popola le stradine del borgo immerso nei vigneti ad ovest di Bolzano, nella Bassa Atesina.

Programma natalizio nei vicoli di San Paolo

Il presepe: dal latino praesaepe, cioè greppia o mangiatoia (in tedesco, infatti, è “Krippe”), ma anche recinto chiuso dove venivano custoditi gli animali. Nel linguaggio odierno, il termine indica la rappresentazione della Natività, che si svolge nella tipica capanna dove nacque Gesù e dove venne riposto in una mangiatoia, che negli anni e nei luoghi ha assunto tantissime declinazioni diverse. Nonostante il clima di Gerusalemme fosse sicuramente diverso da quello dell’Alto Adige, il presepe qui è magico, oltre ad avere una notevole inclinazione artistica.

Dal 2 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, il paese vinicolo di S. Paolo diventa il luogo spirituale per eccellenza: sono oltre cento i presepi disseminati nelle strade cittadine e nascosti negli angoli più segreti, che siano portici o finestre. Delle vere e proprie opere d’arte, che riempiono lo spirito e gli occhi con la loro bellezza delicata, frutto dell’antichissima tradizione natalizia altoatesina delle statuette in legno intagliate a mano.

Ma la magia, quella vera, arriva al calar del buio: San Paolo s’illumina a partire dalle 16, quando scende l’oscurità, e i presepi si accendono. E’ qui che ha inizio il nostro tour, tra le stradine di ciottoli, le luminarie natalizie e gli alberi addobbati, ammirando le composizioni nelle finestre o negli anfratti con la curiosità dei bambini.

Ma, se possibile, la vera magia deve ancora arrivare. San Paolo, borgo dei presepi dell’Alto Adige, non poteva non avere un evento speciale legato a questa tradizione. Un paese in festa: è questo che il rinomato presepe vivente di San Paolo ci trasmette quando si celebra il suo presepe vivente. Sono una cinquantina le persone, la maggioranza proveniente da Appiano e dintorni, che prendono parte a questa ricca sfilata in costume: dagli angeli ai pastori, Giuseppe e Maria fino ai Magi, si parte dalla storica pasticceria Peter Paul e si arriva alla piazza, nel cuore del borgo, per assistere alla commovente scena della natività, respirando finalmente un’atmosfera natalizia autentica e spirituale.

I presepi sono illuminati ogni giorno dal 2 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018 a partire dalle ore 16 fino alle 23. Il presepe vivente che sfilerà tra le strade di San Paolo è previsto domenica 17 dicembre alle 17, con partenza dalla pasticceria Peter Paul e arrivo in piazza. Le informazioni e il programma sono reperibili sul sito dell’associazione Eppan.

Il presepe vivente tra le strade di San Paolo
Cinzia viene dal Trentino, ma è stata presto conquistata dall’Alto Adige. Tra le cose a cui non può proprio rinunciare: le montagne, i viaggi, i libri, gli assaggi e un bagno in un lago alpino. Per poi trasformare tutto in parole, parole, parole su carta o, un po’ meno romanticamente, su laptop.

La tua vacanza