Quando il Biathlon chiama

Quando il Biathlon chiama

A tu per tu con il biatleta altoatesino Dominik Windisch

Una volta all’anno la tranquilla e idilliaca Valle Anterselva in Alto Adige si trasforma in un luogo d’incontro speciale per gli appassionati di biathlon. La Coppa del Mondo di Biathlon è ormai diventata parte integrante di questo luogo, che ogni inverno migliaia di tifosi inondano di entusiasmo creando un’atmosfera indimenticabile.

Alla Coppa del Mondo non manca mai neanche Dominik Windisch, che non vi assiste dalle tribune, ma vi partecipa direttamente in pista. Grazie ad anni di duro allenamento, il biatleta altoatesino è riuscito a portarsi a casa anche una medaglia di bronzo alle ultime Olimpiadi Invernali di Pyeongchang.

Come sponsor di Dominik Windisch, noi di ”Booking Alto Adige“ abbiamo avuto la possibilità di conoscere da vicino il biatleta di Anterselva e di intervistarlo per voi:

 

Ciao Dominik… Di te sappiamo già che ti chiami Dominik Windisch, che hai 29 anni e che sei un biatleta dell’Alto Adige 🙂 Ma raccontaci qualcosa che ancora non sappiamo, ad esempio cosa ti ha portato a diventare un campione di biathlon.
Ok! Vengo dalla Valle Anterselva, che già nel periodo della mia infanzia era il centro italiano del biathlon per eccellenza. Già da bambino seguivo le gare e, grazie all’ispirazione datami da mio fratello Markus – mio idolo sportivo da sempre! –, ho sviluppato ben presto un amore per questa disciplina sportiva di sci di fondo e tiro a segno.

Intervista a Dominik Windisch - biatleta dell'Alto Adige

Interessante… Eri così forte già all’inizio della tua carriera?
Insomma, non proprio… All’inizio della mia carriera ci sono stati due anni in cui arrivavo sempre ultimo o penultimo. Ciò non ha intaccato il mio amore per il biathlon, tuttavia non era sempre bello essere dietro agli altri. Ma ho lottato e non mi sono scoraggiato nei momenti in cui altri al posto mio avrebbero gettato la spugna. Per fortuna ci sono stati anche tanti momenti piacevoli, piccoli successi grazie ai quali ho pouto constatare che il mio livello di preparazione migliorava a mano a mano e che non arrendersi mai era l’unico modo per conseguire i risultati sperati.

Uno dei più bei momenti della tua carriera da biatleta?
Vincere la medaglia ai Giochi Olimpici a Pyeongchang è stato senz‘altro il momento più bello in termini di risultati sportivi, anche perché in una simile occasione ci si rende conto di quanto sia unica la sensazione di raggiungere un podio nella gara più importante nella carriera di un atleta. Ci si sente come se in qualche modo si facesse parte della storia.

Intervista a Dominik Windisch - biatleta dell'Alto Adige

Suona avvincente come sensazione! Cosa ti diverte di più nel tuo lavoro?
Senza dubbio la varietà data dal mix delle discipline di sci di fondo e tiro a segno. Inoltre, le gare non appassionano solo gli spettatori, ma anche gli atleti stessi, dal momento che fino all’ultimo non si sa mai come andrà a finire.

La Coppa del Mondo di Biathlon non è un highlight solo per la Valle Anterselva. Cosa possono aspettarsi da questo evento i visitatori?
Questo evento è semplicemente magico in tutto e per tutto: il tempo perlopiù soleggiato, le montagne maestose, il tripudio di fan entusiasti e l‘atmosfera festosa, sia durante che dopo la gara. Inoltre, i fan del biathlon sono davvero sportivi e applaudono per i successi di tutti gli atleti, non solo per i loro beniamini. La competizione tra le nazioni è caratterizzata da un alto grado di sportività e alla fine si festeggia per celebrare la pura passione per lo sport. Il biathlon è una disciplina che unisce le persone come nessun altro sport e ad Anterselva questa speciale armonia è particolarmente percepibile. Per gli appassionati di biathlon Anterselva è un luogo d‘incontro diretto con gli atleti.

Cosa c’è di speciale nel partecipare alla Coppa del Mondo di Biathlon “in casa“?
Durante il riscaldamento, prima della partenza, nella cabina sciolina e dopo la gara sono sempre circondato da persone che conosco, che vogliono darmi supporto e parlare con me. Nei primi anni ho dovuto abituarmici un po‘. Essere confrontato all’improvviso con tutto questo affetto non è stato semplice. Oggi invece me lo godo proprio e mi piacerebbe vivere il vivace scompiglio di Anterselva anche altrove. È un’atmosfera estremamente motivante!

Hai qualche consiglio particolare da dare ai visitatori? Da dove si gode della vista migliore?
Per coloro che vengono alla Coppa del Mondo di Anterselva per la prima volta, lo stadio è il posto migliore per respirare a pieni polmoni l’atmosfera unica del campionato e per seguire la gara al meglio. Ma anche la pista esterna di biathlon è una location avvincente: qui si possono vedere e sentire respirare, sudare e gareggiare gli atleti da vicino. Per avere un autografo vi consiglio di aspettare nei pressi del bosco finché gli atleti lasciano la pista di gara. Cercate di evitare la folla, in fondo anche gli atleti la evitano nelle giornate delle gare 🙂

“Quelli che mollano non vinceranno mai, i vincitori non mollano mai”: Com’è diventato il tuo motto di vita?
È un racconto carino. Una volta a Natale nell‘Associazione di Biathlon di Anterselva abbiamo giocato a “Engele-Bengele“ e il mio nome è stato pescato da una bambina che mi ha regalato un biatleta di panpepato, sulla cui confezione ha scritto: “Quelli che mollano non vinceranno mai, i vincitori non mollano mai!“. Da allora questa frase non mi è più uscita dalla testa ed è diventata il mio motto di vita. Per caso, o forse per questo motivo, proprio in quell’anno ho raggiunto i miei primi successi importanti.

Intervista a Dominik Windisch - biatleta dell'Alto Adige

…oh, sembra proprio un motto di vita fortunato! A proposito di fortuna: Se potessi esprimere 3 desideri, quali sarebbero?
Desiderio n° 1: un numero illimitato di desideri, così i due desideri restanti diventano superflui. Scherzi a parte, desidererei senza dubbio la salute, che per me è il bene più importante sia privatamente che atleticamente parlando. Il biathlon non perdona nemmeno il più insignificante virus o raffreddore. In tante altre attività sportive una leggera influenza spesso non condiziona il risultato, ma nel biathlon non è così. Quindi il mio desiderio sarebbe salute a tonnellate.

Al momento dove ti alleni? Prevalentemente in Alto Adige?
Di solito mi alleno 10 giorni a casa, poi altri 10 giorni all’estero in qualche località alpina, in Italia, Germania o Austria, a volte anche in Norvegia. E avanti così per tutto l’anno. Quando sono in Alto Adige mi alleno in Valle Anterselva. In estate invece ci alleniamo sugli sci a rotelle, una pratica simile allo sci di fondo. Oltre ad allenarmi per il biathlon, vado regolarmente anche a correre, in bici, in palestra o in montagna. L’importante per me è variare!

…e quando non ti alleni, cosa ti piace fare in Alto Adige?
Quando Julia, la mia ragazza, è in regione facciamo qualche bella escursione insieme, alla scoperta del nostro territorio d‘origine, dove ogni volta troviamo nuovi posti da esplorare. Cerchiamo sempre di arricchirci in ogni ambito, sia culturale che storico e paesaggistico. Qui in Alto Adige è piuttosto facile improvvisarsi “esploratori“. Quando sono qui da solo, di solito resto in Valle Anterselva e mi incontro con gli amici.

Intervista a Dominik Windisch - biatleta dell'Alto Adige

Cosa ti auguri per la prossima stagione di biathlon?
Più costanza nel tiro a segno. Se ci riesco, i risultati verranno da soli.

E per il 2020?
La Coppa del Mondo di Biathlon ad Anterselva sarà l’highlight del 2020. Per me è sempre un momento bellissimo, uno die più importanti della mia carriera, e mi sento come se partecipassi a dei Giochi Olimpici su scala ridotta. In attesa di questo evento, spero di godere di buona salute e di riuscire ad affrontare la gara al meglio.

Naturalmente lo speriamo anche noi e ti auguriamo una stagione sportiva avvincente e di successo!

Natura, escursioni, tradizione, eventi e gastronomia – l’Alto Adige per noi non ha segreti! Siamo felici di darvi consigli e dritte utili e di presentarvi le facce più belle della nostra regione. Viaggiate con noi attraverso l’Alto Adige e imparate a conoscerne i posti e le persone...

La tua vacanza