Passeggiare in un mare di fiori

Passeggiare in un mare di fiori

La valle della Primavera tra il lago di Caldaro e di Monticolo

Se si dovesse descrivere la valle della Primavera con una sola parola, allora sarebbe sicuramente “incantevole”. La vista è spettacolare: fegatelle blu violacee, dolci campanellini, in Alto Adige chiamati anche bucaneve, primule color giallo sgargiante e dozzine di crochi ricoprono il suolo fino ad ora desolato. I fiori si stiracchiano al piacevole tepore dei raggi di sole primaverile risvegliando dal letargo invernale la valle della Primavera.

A buon diritto il bacino tra il lago di Caldaro e di Monticolo, in parte occupato da terreno paludoso, prende il nome di valle della Primavera. Grazie al clima particolarmente mite, nel mese di marzo e a volte già a partire da febbraio un tappeto variopinto costituito da migliaia di fiorellini ricopre il suolo attorno ai sentieri che attraversano l’idilliaca valle. Non appena l’inverno si ritira, una corrente di aria calda proveniente da sud raggiunge i boschi circostanti riscaldando velocemente l’intera valle.

La passeggiata che attraversa la valle della Primavera è molto semplice da percorrere ed è perfetta anche per le famiglie con bambini. Si parte dal parcheggio del lago di Monticolo, dove la prima freccia segnaletica indica già la direzione da seguire.

La passeggiata porta alla distesa di fiori e poi oltre lo scrociante ruscello Angelbach, che scorre su pietre e radici, fino ai maestosi ontani. Mentre passeggiamo nella valle della Primavera veniamo accompagnati dal dolce profumo della fioritura e i raggi di sole come veli dorati si appoggiano sui pendii.

Il sentiero continua attraverso i vigneti fino alla conca del lago di Caldaro. A questo punto si può concludere la passeggiata con un bel giro attorno al lago oppure godersi un caffè o una spremuta fresca in uno dei bar vicini. Infine, ripercorrendo lo stesso sentiero si ritorna al lago di Monticolo.

Attenzione: l’intera area naturale è protetta ed è quindi vietato raccogliere i fiori. Ma si può sempre ammirare e fare foto ricordo di una delle mete di escursione più conosciuta dell’Alto Adige.

Informazioni utili:

Tempo di percorrenza: circa 3,5 ore
Dislivello: 60 m in salita, 348 m in discesa
Altitudine: 216 – 525 m s.l.m.
Livello di difficoltà: passeggiata semplice, ideale per i bambini
Segnavia: 20, 20B, gita attorno al lago

Petra scrive e legge in val d' Ultimo. Vuole viaggiare ancora molto ma sempre con il desiderio di tornare sulla via di casa. A volte crede che le persone qui facciano fatica a vedere lontano, nonostante questo non riesce ad immaginarsi luogo più bello nel quale vivere.

La tua vacanza