L’esperienza loden

L’esperienza loden

Al “Lodenwelt” (letteralmente, il mondo del loden) di Vandoies è possibile osservare i sarti mentre preparano abilmente capi d’abbigliamento ricchi di tradizione e fare acquisti.

Era il lontano 1864 quando Anton Oberrauch aprì sotto ai famosi portici della città di Bolzano un negozio di tessuti fini e prodotti rigorosamente in terra altoatesina. In oltre un secolo di attività, da questa semplice bottega nel cuore del capoluogo è nata e si è consolidata una componente importante nell’ambito della moda altoatesina. Oberrauch Zitt non ha perso nulla del suo intramontabile fascino. Nel frattempo, Oberrauch Zitt ha istituito diverse attività commerciali in tutto l’Alto Adige e viene ora identificato come ambasciatore di tradizione, durabilità e cultura.

Ciò vale anche per il “Lodenwelt” di Vandoies. Da oltre due decenni, il “Lodenwelt” si occupa di lana, tessuto conosciuto e richiesto che era già amato ed ampiamente utilizzato dagli antichi popoli nordici. Un museo interattivo, un’area recintata per le pecore, il reparto produzione del loden ed un grande punto vendita rendono il “Lodenwelt” un luogo dove sorprendersi.

Parlando con l’amministratore delegato di Oberrauch Zitt, Thomas Demetz, risulta subito chiaro che il “Lodenwelt” di Vandoies non rappresenta il solito tempio dello shopping. Sotto la filiale della tradizionale manifattura di lana e cuoio si nasconde una particolare filosofia. Il desiderio è quello di offrire ai visitatori qualcosa di speciale.

Cerchiamo sempre di lasciare ai nostri ospiti un’impronta che duri nel tempo

dichiara Demetz.

Chi entra nel “Lodenwelt”, si sente subito un ospite gradito che diventa parte della famiglia. Ai visitatori è offerta la possibilità di osservare da vicino i sarti di Oberrauch Zitt all’opera e la loro abilità nella lavorazione artigianale dei tessuti. “Tradizione e attaccamento alla patria sono al primo posto per noi, per questo motivo non importiamo tessuti più economici provenienti dall’Est”, spiega Demetz. In effetti, i sarti e le sarte del “Lodenwelt” riescono a unire tradizione e cultura in capi d’abbigliamento di altissima qualità e ad ammaliare i visitatori. Tradizionalmente, non si accettano compromessi sulla qualità dei tessuti e, per questo motivo, la fabbrica di tessuti Moessmer di Brunico è stata incaricata della fornitura dei suoi materiali migliori.

Non pensate che questo forte legame con la tradizione ed il territorio non consenta di trovare capi firmati Oberrauch Zitt adatti a chiunque e a tutte le occasioni. La nuova collezione offre tutto quello che si possa desiderare, dallo Smart Casual al Business Casual.

“La cosa fantastica del “Lodenwelt” è che chiunque, di qualsiasi età, si sente subito a casa”, aggiunge Thomas Demetz. “Ad esempio, nel museo interattivo, è possibile osservare il processo che porta dalla tosatura della pecora al prodotto finito. E’ un luogo particolarmente bello per i bambini, che possono stabilire un legame con gli animali e con la natura”.

Lo shopping può diventare un’attività stancante. E’ un vantaggio non da poco avere a disposizione un caseificio nelle vicinanze, che serve prodotti caseari fini e di alta qualità ed eccellenti vini altoatesini. Per tutto il resto, c’è il ristorante Lodenwirt, dove è possibile degustare i piatti tipici regionali.

Un’altra attrazione è l’hotel a quattro stelle Lodenwirt, non lontano dal “Lodenwelt”, i cui letti sono composti da materassi di autentica lana di pecora di montagna altoatesina.

E’ semplice raggiungere il “Lodenwelt” con in autobus o in automobile. Viaggiando da Bressanone verso la Val Pusteria, si arriva a Vandoies in pochi minuti e gli edifici del “Lodenwelt” non passano di certo inosservati. Chi desidera viaggiare in autobus fino a Vandoies, può prendere la linea 401 da Brunico o Bressanone (trovate qui orari e percorsi).

Thomas ama ritrarre personalità interessanti, raccontare storie altoatesine sconosciute e spazzolare lo strudel della nonna, dopo il lungo tempo trascorso a Vienna per completare i suoi studi.

La tua vacanza