Birra Artigianale In Alto Adige

Birra Artigianale In Alto Adige

La Craft Beer è il nuovo vino

Ultimamente sto ampliando la mia conoscenza sul vino, non solo teorica ma naturalmente anche pratica perché ho la fortuna di vivere in Alto Adige, regione nota per essere la patria del vino, che regala nettari a dir poco squisiti. Recentemente però, mi sono avventurata in un territorio finora a me sconosciuto: il Beer Craft Festival, una manifestazione unica nel suo genere che ha ospitato una serie di straordinari birrifici locali e internazionali nell’incantevole cornice di Castel Mareccio a Bolzano. Come potevo rinunciare ad una degustazione di birre artigianali create con materie prime genuine e selezionate?

Iniziamo con il primo punto importante: fino ad ora non avevo la minima idea che la birra venisse degustata esattamente come i vini. Ci ha pensato Dagmar Gnieser, direttrice del birrificio köstlan di Bressanone, ad insegnarmi tutti i trucchi del mestiere. Innanzitutto bisogna osservare il colore, che non è semplicemente giallo come si può pensare, ma si possono riconoscere diverse sfumature come giallo dorato, giallo paglierino, color rame oppure ambrato. Successivamente si esamina la schiuma e a livello olfattivo si individuano gli aromi sprigionati. Solo dopo è possibile bere la birra, o meglio, degustarla in modo consapevole. Per ogni birra esiste l’abbinamento culinario ideale, esattamente come succede con i vini.

Grazie a tutti gli appassionati mastri birrai presenti a Castel Mareccio, ho scoperto che la birra non è solamente una bevanda per dissetarsi ma viene considerata sempre di più come una bevanda pregiata da gustare per il piacere del palato. Negli ultimi trent’anni il vino ha attraversato una fase di trasformazione, superando la semplice classificazione tra vino bianco e vino rosso, fino ad arrivare alla creazione di etichette pregiate, da bere in occasioni speciali o in abbinamento a piatti particolari. La stessa sorte è toccata anche alla birra: da prodotto di massa è diventata un ambito prodotto di nicchia. Allo stand di köstlan ho avuto la possibilità di assaggiare una selezione di birre artigianali e allo stesso tempo ho imparato moltissime cose nuove. Ho scoperto, ad esempio, che la birra deve essere vista come un vero e proprio prodotto fresco, “esattamente come il latte appena munto” afferma Dagmar Gnieser. I numerosi minerali, vitamine e lieviti non vengono utilizzati solo per arricchire il gusto della birra ma la rendono un prodotto fresco, influenzandone in particolar modo la conservazione. La loro birra infatti non viene esportata ma consumata unicamente in loco perché può essere conservata al massimo per due mesi, preferibilmente al buio e in un luogo fresco. Ecco perché è difficile portarla in valigia come ricordo dell’Alto Adige. La loro clientela è composta da appassionati di birra locali ma anche da turisti desiderosi di scoprire un nuovo aspetto culinario della regione: la birra artigianale dell’Alto Adige. Una birra genuina e non filtrata, creata artigianalmente in piccole quantità con acqua di sorgente, luppolo, malto, orzo ma soprattutto moltissima fantasia.

Degustazione di birra artigianale con Dagmar Gnieser del birrificio köstlan

La passione e la creatività sicuramente non mancano anche nelle birre artigianali create dal team del birrificio AH Bräu. Colpisce la presenza di un’altra talentuosa donna al timone del birrificio di nome Andrea Armellini, che sta per concludere la formazione per diventare mastro birraio. Era presente anche Götz Spieth, suo mentore e affermato mastro birraio. Spieth non teme alcuna concorrenza con i birrifici più grandi perché si rivolge volutamente ad una nicchia che predilige l’alta qualità. Per raggiungere questo obiettivo utilizza esclusivamente le migliori materie prime biologiche ed erbe aromatiche lavorate a mano per ottenere una birra autentica. Queste birre possono essere degustate nel suo moderno birrificio-ristorante Sachsenklemme/AH Bräu a Fortezza, tra Bressanone e Vipiteno. Sono cresciuta a Colonia e vista la mia passione per la birra Kölsch ho già in programma di fare una visita da AH Bräu quest’estate per assaggiare la Birra Asia, una Kölsch, ovvero una birra ad alta fermentazione con lime e zenzero: davvero squisita!

Il Team dell’AH-Bräu: Götz Spieth e Andrea Armellini

Dopo il Festival sono rimasta davvero colpita dalla sorprendente varietà di birre artigianali esistenti ed è proprio vero che più vasta è la scelta e maggiore è il piacere. Si potrebbe creare senza alcun problema un menù interamente accompagnato da birre, dall’aperitivo fino al dolce.

Potete trovare altre birre artigianali dell’Alto Adige ad Ortisei in Val Gardena presso Monpieer de Gherdeina, a Lana da Pfefferlechner e infine a Bolzano da Batzen Bräu.

Nata a Colonia, meranese per scelta da ormai 13 anni. Ama il mondo altoatesino, intatto, con la sua fantastica qualità della vita e la bellezza unica dei suoi paesaggi naturali, ma le piace anche viaggiare alla scoperta di metropoli lontane in cui regna il caos assoluto. Adora riportare ciò che sente e sperimenta durante i suoi viaggi e lo fa con grande passione.

La tua vacanza